Annunci video in sequenza su Google

Home / Sistemiamo l'Italia / Annunci video in sequenza su Google

Come crearli per promuoversi e raccontarsi?

 

Nell’era delle comunicazioni veloci, il video è uno degli strumenti che permette di catturare maggiormente l’attenzione. Ciò che caratterizza questo formato è la possibilità di raccontare, attraverso suoni e immagini, la storia delle propria azienda e i valori di cui si fa portatrice.

A partire da Gennaio 2019, Google ha introdotto su YouTube una nuova metodologia di advertising per promuovere annunci video in serie offrendo la possibilità alle aziende di sfruttare meglio il ricordo impresso nello spettatore e creando uno storytelling seriale.

Gli annunci video in serie permettono alle aziende di raccontare il proprio brand nel tempo, passo dopo passo, educando l’utente a seguire un percorso e guidarlo verso la scelta d’acquisto.

Ma partiamo dall’inizio. Tramite Google Adwords, di cui avevamo parlato in questo articolo, Google permette di realizzare due tipologie di annunci video su Youtube:

– annunci TrueView in-stream, skippabili dopo massimo 5 secondi, possono essere riprodotti, prima, dopo o durante altri video;
bumper, gli annunci video più comuni, possono essere riprodotti prima, dopo o durante un altro video, hanno una durata massima di 6 secondi e non sono skippabili.

Come per tutte le campagne video di Google Adwords, anche in questo caso, è necessario avere un canale YouTube della propria azienda da connettere alla piattaforma.

Il budget della campagna è gestibile a livello sia giornaliero che totale. Nel secondo caso sarà necessario indicare in partenza anche una data di termine per la campagna.

Scelto il budget, si può procedere con la creazione della campagna:

  1. l’opzione “annunci video in sequenza” è attivabile solo se si sceglie uno dei seguenti obiettivi di marketing: considerazione del prodotto e del brand, notorietà del brand e copertura o campagna senza obiettivo.
  2. Dopo aver scelto una della tre opzioni si può procedere selezionando il sottotipo di campagna sequenza di annunci.
  3. Scegliere il target della campagna. Oltre  agli indicatori di lingua, sesso e nazionalità sono disponibili anche parametri molto più specifici come livello d’istruzione, stato parentale e addirittura la presenza o meno di un immobile di proprietà.
  4. Selezionare “Crea un nuovo passaggio della sequenza” e inserire il link del video, precedentemente caricato su YouTube, che si vuole aggiungere alla campagna.

Dopo aver ripetuto il quarto passaggio, aggiungendo tutti i video per comporre la sequenza, si può procedere con la creazione della campagna.
Grazie a questa nuova funzione, ogni volta che un utente in target vedrà uno dei video della sequenza verrà registrato dal sistema e la volta successiva verrà proposto, allo stesso utente, il video successivo della sequenza.

Per un’azienda che ha una storia da raccontare le campagne video “sequenza di annunci” sono un ottimo strumento per promuovere il proprio brand.

 

 

Idee digitali è la nuova rubrica del portale Sistemiamo l’Italia, pensata con l’obiettivo di offrire agli studi professionali e alle PMI consigli utili su come utilizzare i social network e sfruttare le possibilità offerte dal web per migliorare la comunicazione digitale, apportando vantaggi alla propria professione.

A cura di Eggers 2.0.


Fonte: Sistemiamo l’Italia

Related Posts

Leave a Comment

Parnert Sistemi I Abaco Engineering